Your shopping cart is empty!

Russia, Coppa del mondo di calcio e crescente omofobia

18/06/2018 0
Segui qui la copertura di Al Jazeera dei Mondiali 2018.
 
Il tifoso inglese Di Cunningham era un po 'preoccupato per il viaggio in Russia per la Coppa del Mondo 2018.
 
Ci sono state preoccupazioni tra i gruppi per i diritti sull'aumento dell'omofobia e sulla sicurezza dei fan omosessuali nella nazione europea socialmente conservatrice.
 
L'omosessualità, che è stata classificata come malattia mentale in Russia fino al 1999, è una questione controversa in una nazione che non riconosce i matrimoni tra persone dello stesso sesso.
 
La Russia ha depenalizzato le interazioni tra persone dello stesso sesso nel 1993, ma i crimini di odio contro la comunità LGBT (lesbiche, gay, bisessuali e transgender) sono aumentati da quando il paese ha approvato una legge controversa che proibisce la diffusione della "propaganda gay" ai minori nel 2013.
 
La Russia è classificata 45 su 49 paesi europei in termini di diritti degli omosessuali da parte di ILGA-Europe, una rete di gruppi LGBT europei.
 
Cunningham, che parteciperà alla prima partita dell'Inghilterra contro la Tunisia lunedì a Volgograd, ha detto che la sua alleanza di gruppi di tifosi LGBT ha ricevuto minacce di e-mail anonime, avvertendo che sarebbero state "accoltellate" se avessero fatto il viaggio in Russia.
 
"Abbiamo ricevuto diversi avvertimenti che i fan LGBT non saranno i benvenuti in Russia e alcuni sono stati abbastanza drastici in termini di cosa ci succederebbe se fossimo andati", ha detto Cunningham, organizzatore di Three Lions Pride, un gruppo di tifosi LGBT dell'Inghilterra sostenitori, aggiungendo che è stato "spiacevole" che la FIFA stia organizzando un torneo di calcio così prestigioso in un paese in cui "alcune persone non sono benvenute".
 
Pride in Football, l'alleanza del Regno Unito per i gruppi di fan che appartengono alla comunità LGBT, da allora ha presentato una denuncia alla FIFA - l'organo di governo del calcio - e gli è stato detto che le minacce sono state investigate dagli organizzatori del torneo.
 
Nonostante le rassicurazioni, Cunningham dice che molti fan LGBT hanno paura di assistere allo spettacolo sportivo di un mese in Russia.
 
"Non ci sono molti fan LGBT apertamente gay perché la maggior parte della gente non crede che la loro sicurezza sia garantita", ha detto Cunningham ad Al Jazeera.
 
La rete tariffaria, l'organismo anti-discriminatorio che lavora in collaborazione con la FIFA, ha segnalato un aumento di canti anti-gay e razzisti nel calcio russo nell'ultimo anno.
 
Ci sono stati 12 episodi di comportamento omofobico da parte di tifosi all'interno degli stadi, secondo il rapporto di Fare network e il Centro SOVA di Mosca, pubblicato lo scorso mese.
 
Il rapporto ha rilevato che i fan etichettano sempre più gli avversari come "gay" come mezzo di abuso.
 
"Questi livelli di canti discriminatori indicano che i punti di vista xenofobi rimangono profondamente radicati tra molti tifosi russi", afferma il rapporto.